⏰ Ordina per Natale con spedizione standard entro 1 giorno, 5 ore and 9 minuti

Pagina Iniziale / Essere genitori / L’amore che cambia: 8 cose che non sono più come prima

L'amore è una cosa meravigliosa!

Se sei diventato genitore avrai sicuramente notato che cambiano un sacco di cose (…). Ecco: anche la tua idea di amore potrebbe essersi modificata un pochino…

1. Alcuni amori finiscono…

Era stato amore a prima vista. Quel tessuto bellissimo, quelle forme accoglienti: doveva essere tuo. Colpo di fulmine. Poi sono arrivati loro, e con loro i salti, le macchie, gli strappi. All’inizio hai resistito: hai pulito, rammendato, coperto. Ma poi hai finalmente capito… è una storia finita, un amore che è stato bello finchè è durato. Era solo un divano.

 

2. … e altri cominciano.

Da quando ci sono i bambini hai scoperto com’è bello… passare del tempo in bagno. Sì, proprio in quel senso: seduti sul trono, senza interruzioni. Un miracolo, vero? Prima entravi e uscivi veloce, pensando ad altro. Che follia, che spreco! Adesso daresti chissà che cosa per avere dieci minuti tutti per te. Nessuno che pianga, che chiami, che entri. Dieci minuti? Anche cinque, dai.

3. Cambia il tuo amore per la moda…

Sai quei jeans che adoravi, quelli slim-fit? Quelli che ti facevano sentire in un film, quelli che sì, è vero, ci mettevi quarantacinque minuti a infilare, ma era tempo ben speso… Ecco. Devono essersi ristretti. Come dici, ti stanno ancora? Può darsi. Ma sopra c’è una bella macchia di minestra, con tanto di pastina appiccicata (e forse la pastina è finita anche dentro, meglio non provarli). Ma tutto torna, si sa, e questo è l’anno della tuta. E tu sei all’ultima moda.

4. … e per i ristoranti.

Classifiche, consigli, guide. Quali sono i ristoranti migliori? Le materie prime, il servizio, lo chef, la vista… Ma no! Questo era prima! Spaghetti al burro e fettina vanno benissimo… se in bagno c’è il fasciatoio. E se è pulito e accessoriato, e di fianco al tavolo c’è un sacco di spazio per il passeggino, puoi rinunciare anche al parmigiano.

5. Riscopri l’amore per la famiglia…

Sei al sedicesimo cambio di pannolino. È notte. Fa freddo, ma non hai fatto in tempo a metterti una maglia, e hai un calzino sì e uno no. Improvvisamente hai un’illuminazione: qualcuno ha fatto tutto questo per te, molti anni fa. Siccome non dormi da mille anni ti commuovi pensando ai tuoi genitori che trafficano sul fasciatoio a metà della notte. No, certo: non arriverai a dirglielo, ma per un attimo la gratitudine ti travolge.

6. … TUTTA la famiglia (compresi i cugini di terzo grado).

IT_parentingblog

Carlotta non è mai stata la tua cugina preferita. Quando vi vedete non sapete di cosa parlare, e la volta che ti ha portato una torta era… coraggio, dillo! Era secca e farinosa. Vabbè. D’altra parte Carlotta adora i bambini e non vede l’ora di tenersi un pochino il pupo. E tu forse l’hai giudicata male. A pensarci bene la torta bastava inzupparla nel caffè, ed era perfetta.

7. I sentimenti si fanno più forti…

L’odio, per esempio. Beh, adesso, l’odio… ecco, quasi. Ti ricordi com’era una volta, quando il tuo rapporto con le porte era normale? Le tenevi aperte agli altri, le chiudevi dolcemente, sgusciavi dentro e fuori con grazia. Adesso invece hai capito: è una lotta. Ci siete tu e il passeggino da una parte e lei (la porta) dall’altra. Incredibilmente sempre troppo stretta. Lo fa apposta. Si restringe quando ti vede arrivare. Basta: prendi la rincorsa, stringi i denti e vai… puoi farcela!

8. …più forti. Molto più forti.

Il primo giorno è stato indimenticabile. La prima settimana è stata un sogno. Il primo anno è stato… una bella sfida, dai. Piena di battaglie, momenti difficili, stanchezze impensabili, dubbi laceranti. Eppure dietro a tutte queste cose c’era una personcina nuova, un amore diverso da tutti gli altri. Gigantesco. Travolgente. Assoluto. Destinato a mettere tutto sottosopra, e a farti felice.

L’amore per le storie, però, a noi non è passato….

Qui a Wonderbly quando non parliamo di amore parliamo di storie, e di personaggi strampalati e divertenti: lo facciamo con il nostro (sempre amato!) Dove è finito il mio nome? , il libro in cui il/la protagonista è proprio il tuo piccolo ciclone. Un libro da conservare per sempre, proprio come i grandi amori.

Condividi con i tuoi amici

Dov’è finito il mio nome?

Dov’è finito il mio nome?

Un libro illustrato unico, personalizzato partendo dalle lettere del nome di un/una bambino/a.
Voglio creare il mio